Da Ina Assitalia a Generali

INA Assitalia Generali

Ina, l’Istituto Nazionale delle Assicurazioni, nato per volontà dello Stato nel 1912, e l’Italia sono cresciute insieme: hanno attraversato due guerre mondiali, sopportato alterne vicende politiche, patito crisi finanziarie, beneficiato del boom economico. INA Assitalia è stata vicino agli italiani in ogni momento della loro vita assicurando il loro presente e garantendo il loro futuro.

Nata per contrastare il dominio delle compagnia private e per rafforzare lo Stato sociale, fin dai primi anni di vita, la compagnia aumenta rapidamente il suo patrimonio e rafforza il suo ruolo concedendo mutui a Province e Comuni per la realizzazione di grandi opere. Con il Piano Ina-Casa vengono costruiti 355 mila nuovi alloggi per 936 miliardi di lire.

La compagnia si distingue nell’innovazione e nella creazione di nuovi prodotti che le consentono di superare la crisi petrolifera del 1973 e l’inflazione.

La crescita degli anni Ottanta è il preludio alla trasformazione di INA Assitalia in società per azioni: nel 1996 l’operazione si conclude con un incasso per lo Stato di 9500 miliardi di lire. Successivamente inizia il percorso con Generali: nel 2000 Ina e Assitalia entrano nel gruppo che nel 2006 diventa Ina Assitalia Spa.

Nel 2013 nasce Generali Italia, la più grande compagnia del Paese: la nuova grande realtà risultato della fusione delle principali compagnie italiane del Gruppo Generali e dell’unione di persone e competenze che hanno fatto la storia delle assicurazioni nel nostro Paese.