Dalla Valtellina all’India

Sergio Schena presenta la propria agenzia, prima in Generali per innovazione.

Viaggio in India per sergio Schena che dopo l’affermazione nel Global Agent Excellence Contest 2018, quale miglior agente del Gruppo Generali, è andato nella lontana India per presentare il mercato assicurativo europeo e Generali Italia.

E qui ha raccontato l’esperienza della sua agenzia e il territorio nel quale opera.

Non sono trascorsi nemmeno sei mesi dallo straordinario successo che ha portato l’Agenzia Schena sul tetto del mondo, superando la concorrenza di centomila agenzie per la performance sul fronte dell’innovazione.

Il viaggio in India

Un viaggio in India lungo una settimana, da Mumbai, la ex Bombay, il polo finanziario, sulle coste dell’oceano Indiano, a Jaipur, la città rosa del Rajasthan, a nord, passando per la capitale Nuova Delhi.

Vengono conosciute le diverse facce di un paese dalle mille contraddizioni, dove in maniera inaspettata si trovano similitudini con la realtà italiana.

Giornate intense fra incontri e confronti, dal centro direzionale di Future Generali, per parlare con i dirigenti della compagnia e una folta rappresentanza degli oltre ottomila agenti sparsi nella regione, alle altre sedi. Un’accoglienza calorosa, gli onori dovuti a un ospite importante al quale si riservano omaggi, l’invito a indossare il colorato turbante e ad accendere la lampada a olio, un rituale di buon auspicio.

Da vincitore del concorso mondiale ad esempio virtuoso e da esportare.

Nel presentare la sua agenzia, Schena si è soffermato sull’innovazione digitale e sulla responsabilità sociale. «Ho avuto modo di conoscere un mercato assicurativo simile a quello italiano di vent’anni fa – sottolinea Sergio Schena -, dominato dalle compagnie statali e con un basso indice di penetrazione, ma vi sono aspetti del lavoro in cui gli operatori indiani sono più avanti di noi.

Hanno eliminato il contante nei pagamenti delle polizze, che avvengono sempre on line, e la vendita è in mobilità: noi non ci siamo ancora arrivati.

Come accade per noi, a prevalere è il rapporto personale che si instaura tra agente e cliente».

Alle presentazioni sono seguite sempre le domande, numerose e dettagliate, in particolare sull’organizzazione interna dell’agenzia sondriese, indicata quale modello.

Innovazione digitale e semplificazione

Molti i quesiti sull’innovazione digitale, della quale gli assicuratori indiani apprezzano la riduzione dei tempi e la semplificazione.

«Si sono dimostrati molto interessati alla strategia di responsabilità sociale e al rispetto ambientale della nostra agenzia – aggiunge Schena -: sono rimasti impressionati dai risultati che abbiamo ottenuto. In questo ambito noi siamo decisamente più avanti».

Il racconto di Schena è iniziato dalla Valtellina prima ancora che dalla sua agenzia: poco più di 180 mila abitanti, contro i 18 milioni di Mumbai, un territorio montano economicamente marginale e geograficamente periferico ma con grandi potenzialità, in grado di creare eccellenze mondiali, come la vittoria nel concorso del Gruppo Generali ha dimostrato.

Settanta collaboratori, 11 uffici, 20 mila clienti e un portafoglio polizze pari a 27 milioni di euro. Una crescita costante negli ultimi dieci anni. La responsabilità sociale quale mission: produrre valore per i clienti, i collaboratori, il territorio.

E, soprattutto, l’innovazione digitale, per la quale è stata riconosciuta quale agenzia di riferimento: oggi l’88% dei contratti per l’assicurazione auto sono digitali, senza l’utilizzo di carta, contro una media nazionale del 10%, e il 95% delle nuove polizze viene sottoscritto digitalmente.

La conferma di un assunto: tutti possono imparare i processi digitali, indipendentemente dall’età e dalla cultura digitale, tanto che solo il 5% dei clienti chiede la stampa del contratto assicurativo.

Ogni anno l’agenzia di Sondrio risparmia sulla stampa di 836 mila pagine: l’equivalente di quattro tonnellate di carta, 80 alberi, la superficie di un campo di calcio.

Similitudini

A migliaia di chilometri di distanza è stato sorprendente trovare più similitudini che differenze. «Le problematiche che un’agenzia di assicurazioni deve affrontare sono le stesse – conclude Schena -: dall’organizzazione del lavoro alla definizione degli obiettivi, fino alla gestione dei clienti. Per questi motivi si è trattato di un confronto professionale molto interessante e arricchente sotto diversi aspetti».

Per l’Agenzia Schena Generali, dopo il trionfale 2018 con il successo nel Global Agent Excellence Contest del Gruppo Generali, il nuovo anno si è aperto sotto i migliori auspici.